martedì 12 marzo 2013

Granoro...storia di una passione!

http://www.granoro.it/Contents/Site/custom_images/logodedicato.pngDa anni pasta Granoro arricchisce le mie ricette, ma la mia passione per questo marchio è letteralmente esplosa lo scorso agosto! Seguivo sulla pagina Facebook Granoro il concorso "Scatta e vinci con Granoro" dove postando in bacheca una foto che rappresentasse una ricetta realizzata con Pasta Granoro o composizioni artistiche realizzate con i prodotti di questo marchio, c'era la possibilità di vincere una loro ricca fornitura.

Questi siamo noi e con questa foto abbiamo vinto la terza settimana del concorso!!


Questa che vi racconto non è solo la storia della mia passione per Granoro, ma è anche la storia della passione del Signor Attilio Mastromauro per i suoi prodotti e per la sua terra.

Il “Pastificio Attilio Mastromauro – Granoro Srl” ha sede a Corato in Puglia, regione dell’Italia meridionale nota sin dall’epoca romana per essere zona di produzione dei migliori grani duri d’Italia e d’Europa.
Discendente da un’antica famiglia di industriali pastai, il cui primo Pastificio di famiglia risale al 1930, il Signor Attilio ne fonda uno tutto suo e il nuovo Pastificio col marchio Granoro inizia la sua attività nel 1967.

http://www.granoro.it/Contents/Site/custom_images/attilio.pngDietro un grande uomo si dice ci sia sempre una grande donna! Infatti il Signor Attilio, ha il costante ed insostituibile sostegno della Signora Chiara, sua moglie, nella cura del lay-out dello stabilimento.

Maestro dell’arte pastaria e profondo conoscitore dei processi produttivi, inventa e modifica i macchinari di produzione su proprie specifiche tecnologiche, segue direttamente la produzione, cura con particolare attenzione la qualità per differenziare la pasta Granoro dalle altre marche in un mercato che si presentava fortemente concorrenziale per la presenza di numerosi pastifici allora operanti in Italia (fra piccoli, medi e grandi nel 1967 erano ben 680 contro gli attuali 160). 

Gli impianti di elevata tecnologia sono stati negli anni rinnovati e ammodernati per rispondere adeguatamente ai parametri di sicurezza e salubrità che negli anni si sono evoluti e modificati, per garantire un elevato e costante standard di produzione. Nel Pastificio Granoro la tecnologia è da sempre utilizzata per ottenere la massima qualità e si fonde con armonia con l’antica arte pastaria, senza “snaturarla” con  frettolosi processi industriali.

Produrre pasta di alta qualità e ogni giorno più buona è  il principio e la “vocazione” di fondo che caratterizza il lavoro di tutta la vita del Sig. Attilio Mastromauro e della sua Famiglia:  “ La ricerca del meglio” – afferma – è un impegno continuo e quotidiano e domani si potrà fare meglio di ieri”

Ciò che rende la Pasta Granoro di qualità superiore e diversa dalle altre paste è che essa conserva il sapore e tutte le caratteristiche dell’autentica pasta italiana di semola di grano duro: profumo, colore, elasticità dopo la cottura, tenacità, sapore inconfondibile. Il Signor Attilio, con le sue figlie, Marina e Daniela, supervisiona ogni giorno tutti i processi produttivi affinché l’alta qualità della pasta Granoro sia sempre costante.

Il Pastificio Granoro produce pasta italiana di qualità in oltre 150 formati diversi e un’ampia linea di prodotti legati al tradizionale “primo piatto” italiano: salse, sughi pronti, condimenti, risi, legumi lessi e olio extravergine di oliva.

Se volete vedere tutti i prodotti a marca Granoro cliccate questo link  I PRODOTTI

Presente su gran parte del territorio nazionale, la pasta e la linea del primo piatto Granoro sono esportati in diversi paesi del mondo e il pastificio è attualmente in Italia fra i primi in ordine di importanza, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per Granoro l’alta qualità non deve essere riservata a pochi, ma deve essere per tutti ed ha basato la sua strategia sul principio di offrire la massima qualità ad un giusto prezzo. 











Granoro è una pasta italiana di qualità, dal profumo e dal colore intensi, tipici del grano duro dorato dal sole, da un “giusto spessore”, da un tempo di cottura equilibrato ed uniforme; rimane elastica e consistente per molte ore dopo la cottura e non è mai patinosa in superficie, risultato dell’attenta selezione di semole pregiate ad alto contenuto proteico. E' una pasta di qualità, porosa, che assorbe l’acqua durante la cottura, ha un’ottima resa, infatti duplica il suo volume una volta cotta, cuoce in modo uniforme, dall’esterno all’interno, e non disperde l’amido nell’acqua di cottura, che infatti risulta limpida e senza residui.

Nei giorni scorsi ho ricevuto una consistente campionatura di pasta Granoro


Della linea biologica Granoro che offre un ampia gamma di prodotti adatti a tutti, adulti e bambini ed è prodotta con materie prime coltivate secondo le metodiche dell’Agricoltura Biologica Italiana, ho ricevuto:

Farfalle 79B




 

Spaghetti 12B


La Pasta Biologica Granoro è prodotta con semole di grani duri coltivati in Italia, delle varietà Grecale – Iride – Simeto – Sargolla, secondo le metodiche dell’Agricoltura Biologica Italiana, che non utilizza concimi chimici nè pesticidi, nel rispetto della natura e della nostra salute.La tecnologia con cui Granoro produce la Pasta Biologica ha solo lo scopo di assicurare una qualità costante e standard produttivi elevati.Le semole di grano duro biologiche con cui si produce la Pasta Bio Granoro hanno un colore dorato brillante, il glutine tenace ed elastico che la rende consistente ed elastica (cioè “al dente”) durante la masticazione

Della linea Le Specialità di Attilio ho ricevuto:

Spaghettoni n. 110





 

 

 

 

 

Millerighi n. 89


La linea delle Specialità di Attilio è dedicata al Sig. Attilio Mastromauro, fondatore del Pastificio Granoro, da cui prende il nome. 
E’ una linea pregiata, con formati di pasta tutti trafilati al bronzo, prodotti con semole di grano duro di qualità superiore (con alta percentuale di proteine e di glutine), con un processo produttivo complesso e una essiccazione dolce e molto lenta.
Nonostante la trafilatura sia al bronzo, il colore dei Formati Speciali di Attilio è dorato sia da crudi che dopo cotti. La cottura, al contrario di quanto accade con altre paste trafilate a bronzo, ne esalta ancor più il colore e le Specialità di Attilio appaiono nel piatto brillanti e dorate.

I formati delle Specialità di Attilio sono tutti di grandi dimensioni, indicati per una cucina sofisticata con sughi a  base di carne.


Della linea Formati Normali ho ricevuto

Pennoni Rigati n. 43


 
I Formati Normali di Semola Granoro, profumati e saporiti sono prodotti con semole di grano duro accuratamente selezionate e con un processo produttivo attento, rispettoso della qualità e delle caratteristiche della materia prima.






Della linea Gli speciali semola ho ricevuto:
 

Fiocchi d'amore n. 98

 


Strascinati n. 92

Cavatelli Murgiani n. 137

I Formati Speciali di Semola Granoro sono prodotti con semole di grano duro selezionate in base alla quantità di proteine, all’indice di glutine e al colore.

Alcuni formati si ispirano alla tradizione e sono consigliati per realizzare le ricette più tipiche della cucina regionale italiana. Tutti conservano le caratteristiche della pasta fatta a mano: la forma irregolare, la superficie ruvida e l’elasticità durante la masticazione.






Ed ora torno al mio primo amore cioè la ricetta che mi ha fatto vincere il concorso...non ho vinto per la migliore ricetta, ma perché ho realizzato una pasta tricolore, per rendere omaggio alla nostra bella Italia con il marchio Granoro...

Oggi vi propongo due versioni di pasta tricolore, una calda e una fredda.

Con i Pennoni Rigati n. 43 Granoro, ho realizzato la Pasta Fredda Tricolore


 
Una volta cotta la pasta, ho unito un cucchiaio di olio Evo e tutti gli ingredienti precedentemente tagliati, cioè mozzarella, pomodorini pachino e olive; per renderla ancora più gustosa ho aggiunto anche un wurstel. Metto in frigorifero per almeno mezzora prima di gustarla!




Invece per la versione di Pasta Tricolore calda ho utilizzato gli Strascinati n. 92

Ho preparato un soffritto con olio Evo e aglio, aggiunto un'acciuga sottosale a pezzetti e per finire le cime di rapa precedentemente cotte..



In un altro tegame ho preparato un sugo di pomodoro e basilico, al quale ho poi aggiunto del tonno e un pizzico di peperoncino..



Una volta cotta la pasta, l'ho divisa in tre parti uguali; la prima parte l'ho condita con il sugo alle cime di rapa, la seconda parte con il sugo al pomodoro e tonno e la terza parte (per i bimbi) l'ho lasciata in bianco, condita solo con burro e parmigiano! Ho presentato il piatto con scagliette di parmigiano reggiano.




Cosa ne pensate di queste ricette? Un vostro commento è sempre gradito!!

Arrivederci alle prossime ricette Granoro!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Miracle