domenica 9 marzo 2014

Da sempre, Dash





Inventata nel 1945, la lavatrice rivoluziona il modo di lavare e, se vogliamo, anche il rito di molte donne, che prima si ritrovavano insieme al fiume o al lavatoio comunale, per dedicarsi al loro bucato, tra sapone di marsiglia, canzoni popolari, chiacchiere e confidenze con le altre donne.




Nel 1965 arriva in Italia Dash, che in sinergia con la lavatrice e grazie al suo potere pulente, concede finalmente molto tempo libero alle donne italiane. Nel 1971-74 tutti ricordiamo i primi spot, nei quali si proponeva di cambiare Dash con un altro detersivo.
 



 
 
 
 
Dal 1987 Dash è pioniere nel lanciare il primo detersivo liquido per lavatrice
 
 
 
 
 
Ecco nel 2000 arrivare le tavolette Dash,  con il detersivo già dosato e pronto all'uso
 
 
 
 
 
Visto il crescente consumo di prodotti in linea con la salvaguardia dell’ambiente e del proprio benessere, dal 2010 Dash lancia le ecodosi, che hanno sicuramente un impatto ambientale ridotto e sono competitive sia dal punto di vista della qualità che del prezzo.

Dash Ecodosi pods 3in1.


La nuova rivoluzione Dash si chiama Dash Pods 3IN1,  l’ennesimo cambiamento epocale nel mondo del bucato! 
 
Le nuove Dash Pods affrontano con successo più di 900 tipologie di bucato, ottenendo un pulito impeccabile grazie alla potenza della loro Fibre Science a 3 fasi, che lava, protegge e dona brillantezza ai capi di abbigliamento, prendendosi cura delle fibre e lasciando gli abiti perfettamente puliti e come nuovi più a lungo.
 


Nonostante le piccole dimensioni le pods hanno un eccezionale potere pulente e agiscono in tre steps:
 
1° PULITO - Processo di detossificazione e purificazione delle fibre
Lo sporco visibile ma soprattutto quello invisibile, che si annida nella profondità delle fibre, potrebbe portare al degrado delle fibre e dei capi che appaiono sbiaditi e sfibrati. 
Le pods garantiscono un pulito profondo ed impeccabile.
 
2° -  PROTEZIONE - Processo di conservazione e ripristino delle fibre
Rimuovendo le particelle di sporco più difficile, principale causa di danneggiamento e invecchiamento delle fibre, le pods ottimizzano le condizioni di lavaggio fino ad arrivare ad allineare e lucidare le fibre.
 
3° - BRILLANTEZZA - Processo che dona bellezza alle fibre
Il nostro bucato ritrova la naturale luminosità, i colori sono brillanti e vividi, il fresco profumo di pulito è inebriante.

 
Le nuove pods si caratterizzano per la formula più concentrata di sempre. In soli 28 ml troviamo 3 comparti per mantenere stabili e separati i diversi principi attivi durante il lavaggio.
 
L'azione del detersivo super concentrato, è stata rafforzata dall'introduzione degli "active boosters" cioè attivatori del potere pulente; l'azione antimacchia è stata potenziata grazie ad un sistema di enzimi specifici per tipologia di macchia.
 
La pellicola che riveste i tre comparti e protegge il liquido,  è idrosolubile e si scioglie velocemente a contatto con l'acqua.






Oltre a garantire il massimo potere pulente, le pods hanno un ridotto impatto ambientale, grazie al formato più compatto e fino al 40% di imballaggio in meno rispetto al formato liquido concentrato
 
 




 
Il pulito Dash è impeccabile, il profumo è inebriante e persistente, le fibre sono domate, docili, morbide ed avvolgenti anche senza l'utilizzo dell'ammorbidente.
I colori sono vivi e brillanti e non ho trovato alcun residuo sul bucato, come mi è capitato invece con l'utilizzo del detersivo in polvere.

 
 
 
Dash Pods 3in1 è disponibile nella grande distribuzione da gennaio 2014 nelle varianti:
 

Regolare, Lavanda e Camomilla, Salva colore, Freschezza Alpina




Da sempre e per sempre, Dash



 


 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Miracle