mercoledì 15 febbraio 2017

Chiacchiere al Moscato d'Asti Azienda Agricola Teresa Soria

"Invece traversai Belbo, sulla passerella, e mentre andavo rimuginavo che non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata, ben legata, con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal sole d’agosto. Una vigna ben lavorata è come un fisico sano, un corpo che vive, che ha il suo respiro e il suo sudore"

Questo è un piccolo spaccato del "I mari del sud", il celebre romanzo di Cesare Pavese, che riesce a farci toccare con mano l'atmosfera delle colline longarole e ad illustrare i vigneti di Moncucco come una porta verso l'infinito, ma allo stesso tempo frutto di fatica e sacrifici.

Moscato.

E' da questo paesaggio bucolico che nascono i prelibati vini dell'Azienda Agricola Teresa Soria che avevo già avuto modo di presentarvi in questo precedente articolo





L'Azienda Agricola Teresa Soria produce il Moscato d'Asti come una sorta di "Cru, la cui qualità inizia nel vigneto, ma prosegue nella cantina dove la sapiente vinificazione porta ad un eccellente vino.

Grappoli di Moscato d'Asti.


Il Moscato d'Asti è un vino giallo paglierino, dolce, frizzante e poco alcolico; tradizionalmente abbinato ai dolci, regge bene il confronto anche con formaggi ed altre pietanze salate.

Oggi vi presento altre due referenze della loro produzione, due annate di Moscato d'Asti "Vigna Moncucco" del 2014 e 2015.
 

Il 2014 è stata un'annata climatica difficile, ma il vino si presta bene all'affinamento nel tempo; il profumo è caratteristico, dall'aroma muschiato con note fruttate e floreali; al palato è dolce e fragrante. 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
 
Dopo il 2014 avaro in sole e qualità, il 2015 è stata un'annata climatica più favorevole, di grande eleganza, che ha dato un vino fresco, piacevole e longevo.

Le scarse precipitazioni e l'abbondanza di sole, hanno regalato uve sane, grappoli da incorniciare e di conseguenza un vino memorabile.

Con l'approssimarsi del Carnevale, ho deciso di utilizzare il Moscato d'Asti dell'annata 2015 per la preparazione di un classico dolce della tradizione italiana:

Chiacchere al Moscato d'Asti




Ingredienti: 500 gr di farina bianca per dolci, 50 gr di zucchero, 80 gr di burro, 2 tuorli, un pizzico di sale, un bicchiere di moscato, olio per friggere q.b., zucchero a velo da spolverare, un pizzico di lievito per dolci.


Preparazione: dopo avere preparato la sfoglia con la farina, il burro a temperatura ambiente, i tuorli, il sale, il lievito, lo zucchero e il Moscato d'Asti, la stendo con il mattarello e vado a sagomare le chiacchiere con una rondella dentellata.
 
 






Le metto a friggere in abbondante olio caldo e quando sono dorate, faccio scolare l'unto in eccesso. 

Alla fine spolvero con abbondante zucchero a velo e le accompagno ovviamente con un calice di Moscato d'Asti.

 

Sicuramente deliziata dai prodotti dell'Azienda Agricola Teresa Soria, non posso che raccomandarvene l'acquisto.

Vi invito a seguire il brand sui canali




Azienda Agricola Teresa Soria
Via Marini, 20 - 12053 - Castiglione Tinella (CN) - Tel.: +39 0141 855202 - Cell.: +39 333 6385035 - +39 329 3520891
Email: info@teresasoria.com


 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Miracle