lunedì 7 marzo 2016

Risotto mimosa con asparagi e stracchino

La Festa della Donna, da un punto di vista gastronomico, inaugura la primavera, con i suoi colori e sapori freschi da portare in tavola e anche se non dimentichiamo il suo significato originario, l'8 marzo negli anni ha assunto una connotazione più commerciale, legata alla mimosa.

Noi di DIMMI CON CHI VAI E TI DIRO' CHI SEI vogliamo portare un augurio speciale a tutte le donne che seguono questo blog con interesse e dedicare loro questa portata che coniuga l'amore per le primizie di primavera, come gli asparagi, con il simbolo floreale per eccellenza di questa ricorrenza tutta al femminile.

Eccovi il nostro speciale 

Risotto mimosa con asparagi e stracchino





Ingredienti per due persone: due uova, 150 gr di riso superfino Arborio Re Carlo, 100 gr di stracchino, olio, scalogno, burro e parmigiano q.b., 1 dl di vino bianco secco, 150 gr di asparagi.



Preparazione: una volta privati gli asparagi della parte terminale dei gambi, li laviamo, li spelliamo e li tuffiamo in acqua bollente leggermente salata per circa 10 minuti. Una volta pronti, li togliamo dall'acqua di cottura che terremo da parte per la preparazione del riso.



In un'altra pentola prepariamo le uova; quando saranno sode, le priviamo degli albumi e terremo da parte i tuorli per la decorazione.



Prepariamo in una pentola il soffritto a base di olio e scalogno tritato finemente, aggiungiamo il riso superfino Arborio Re Carlo e sfumiamo con vino bianco secco 



Aggiungiamo i gambi degli asparagi tagliati a rondelle, mentre teniamo da parte le punte per la decorazione finale. Irroriamo con l'acqua di cottura degli asparagi e mescoliamo; proseguiamo la cottura a fiamma bassa, versando il restante brodo fino a cottura completa (circa 15 minuti)





Verso fine cottura aggiungiamo il burro, lo stracchino e il parmigiano, per la mantecatura finale.

Tips:
Il riso Arborio nasce nel Vercellese dall’incrocio tra Vialone e Lady Wrigt, e presenta uno dei chicchi più grandi e un’ottima resistenza in cottura, caratteristiche che ne fanno una delle varietà di riso preferite da molti consumatori.
Classificato come superfino, grazie all’alto contenuto di amilosio è l’ideale per la preparazione di risotti mantecati; durante la cottura il calore penetra prima la parte esterna, mentre il nucleo tende a rimanere al dente.




Ora non ci resta che impiattare, posizionando le punte degli asparagi a piacere e schiacciando i tuorli dell'uovo, avvalendoci di un colino a maglie fitte.











Un piatto semplice da preparare, gustoso e di grande effetto..non trovate? 

Auguri a tutte le donne e arrivederci alla prossima ricetta!





Grazie alla Riseria Re Carlo & C. SNC

Riseria Re Carlo


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Miracle